Ecotrail della Ficuzza 2013.   La   kermesse   della   carovana   del   trail   siciliano   si   è   conclusa   in   grande   stile   con   l'Ecotrail   della   Ficuzza che   si   è   svolto   il   22   dicembre   2013   a   Ficuzza   (Palermo),   suggellando   -   per   molti   -   non   solo   la conclusione   del   Circuito   Ecotrail   Sicilia   2013,   ricco   di   grandi   emozioni,   ma   anche   l'anno   podistico. Si   torna   sempre   volentieri   a   Ficuzza   con   il   fascino   dei   suoi   boschi   che   hanno   assunto   i   colori cangianti   e   policromi   dell'autunno   inoltrato,   con   le   foglie   delle   quercie   che   cadono   lievi   a   terra, inscenando   una   danza   alla   caducità,   con   la   severità   dell'erta   parte   montuosa   di   Rocca   Busambra   che incombe    dall'alto    sulla    Reale    Casina    borbonica    di    una    bellezza    altrettanto    severa,    costruita    da Ferdinando   I   delle   Due   Sicilie   che   qui   si   rifugiava   a   vivere   per   lunghi   periodi   quando   a   Napoli diventata   impopolare   tra   i   suoi   sudditi   e   c'era   maretta.   Quale   migliore   scenario   per   una   gara   trail? Quella   di   Ficuzza,   come   anche   molte   altre   del   Circuito   Ecotrail   Sicilia,   è   un   trail   che   sicuramente   non ha   nulla   da   invidiare   a   blasonate   gare   in   natura   nel   Nord   Italia   e   che   possiede   ancora   grandi potenzialità   di   crescita.   Tanto   più   che   le   condizioni   meteo   della   giornata   di   festa   di   festa   e   di   sport sono   state   assolutamente   favorevoli,   malgrado   un   inizio   poco   promettente.   Le   nubi   si   sono   diradate   presto   e   sui   runner   e   sul   grande   prato   antistante   la Reggia,   dov'era   disposto   il   gonfiabile   dell'arrivo   ha   cominciato   a   risplendere   il   sole,   rendendo   superflui   i   molti   strati   di   indumenti   che,   all'inizio,   si   erano indossati.   Grande   afflusso   di   partecipanti   per   questa   prova   finale.   290   sono   stati   gli   iscritti   e   circa   250   i   finisher   dell'ecotrail   di   23   km,   cui   si   aggiungono   i partecipanti   ai   due   walktrail   di   23   e   di   14   km,   in   tutto   una   ventina,   alla   gara   breve   di   6   km   (Junior   Trail,   con   quattro   giovani   partecipanti)   e,   dulcis   in   fundo, al   "Vilardo   Doggy   Trail"   con   15   amici   a   quattro   zampe   iscritti,   accompagnati   dai   relativi   padroni   che   sino   cimentati   sulla   distanza   di   6   km:   in   totale,   dunque, circa        290        sono        stati        i        partecipanti        a        diverso        titolo        alle        variegate        offerte        podistiche        di        questo        Ecotrail. E      si      è      così      anche      registrato      il      record      assoluto      di      partecipanti      in      una      gara      trail      siciliana. Foto   di   Maurizio   Crispi   Un   epilogo   quasi   scritto   con   la   coppia   Cuttaia   (Panormus   MTB   &   Trail)   –   Bonanno   (Podistica Messina)   che   si   è   imposta   nella   tappa   odierna   e   nella   classifica   generale.   Diversi   i   film   delle   rispettive   perfomance. Cuttaia   ha   chiuso   in   ottima   compagnia   i   23   km   del   percorso,   tagliando   il   traguardo   insieme   a   Vito   Massimo   Catania (dominatore   del   GP   ma   quantomai   valido   anche   nei   percorsi   più   impervi)   e   Antonino   Mascali   specialista   in   questo tipo   di   gare.   1h51’   circa   il   loro   tempo.   Podio   maschile   dunque   occupato   in   una   sola   volta,   con   la   quarta   piazza conquistata   dallo   “stradaiolo”   Alfio   Canino   (Etna   Trail),   quinto   Francesco   Cesare   (per   lui   ultima   gara   con   la   casacca della   Palermo   h13.30);   sesto   Enzo   Taranto;   a   seguire   per   completare   Giovanni   Infantino,   ottavo   Luciano   Di   Marco   e nono   Francesco   Intravaia   (Marathon   Monreale).   Tutto   facile   invece   per   Graziella   Bonanno,   per   lei   un   arrivo   in solitaria   e   la   conferma   di   una   stagione   eccezionale.   L’atleta   tesserata   per   la   Podistica   Messina   ha   dominato   in   lungo e   in   largo   il   circuito   ideato   dalla   sportaction   di   Aldo   Siragusa.   Alle   spalle   di   Graziella   è   giunta   Grazia   Petruzzella (Etna   Trail),   terza   Giovanna   Priano   (Panormus).   A   fare   da   corollario   alla   gara   dei   23   km,   il   walktrail   di   14   km   che   ha visto   il   podio   composto   da   tre   atleti   tutti   tesserati   Uisp.   Nell’ordine   Alberto   Basilico,   Antonino   Santaluna   ed   Ernesto Basilico.   Nel   trail   junior   vittoria   tra   i   maschietti      di   Alessio   Gambino   e   di   Zoe   Parisi   tra   le   femminucce.   Ad   incuriosire e   ad   impreziosire   la   manifestazione   di   oggi   anche   il   dog   trail   (c’era   già   stata   una   prima   volta   a   Caltavuturo)   con   15 cani   che   hanno   “guidato”   i   loro   padroni   lungo   un   percorso   di   circa   4,5   km.   Per   la   cronaca   a   vincere   è   stato   Moka insieme   a   Paolo   Beccari,   secondo   Yuma   con   Vincenzo   Lima.   Si   chiude   nel   migliore   dei   modi   dunque   il   circuito Ecotrail   Sicilia   con   la   prova   di   Ficuzza   da   sempre   amata   e   molto   partecipata.   Dalla   prima   gara   dell’edizione   numero 1   che   vide   nel   2008   a   Montepellegrino   71   atleti   al   via,   si   è   arrivati   ai   quasi   300   di   oggi,   un   trend   in   crescita esponenziale.   E   per   la   prossima   stagione   sono   tante   le   novità,   alcune   delle   quali   anticipate   oggi.   A   cominciare   dal numero   di   gare   che   salirà   a   13.   Il   via   a   metà   marzo   da   Vittoria,   poi   (ad   aprile)   sarà   la   volta   dell’ecotrail   di   Montepellegrino.   Tra   le   novità   il   ritorno   del   Trail delle   Serre   della   Pizzuta   in   territorio   di   Piana   degli   Albanesi   ed   un   fine   settimana   di   gare   a   settembre   nelle   isole   Egadi.   In   programma   anche   due   gare “sotto   l’egida”   di   sua   maestà   Etna,   il   classico   Ecotrail   dell’Etna   che   quest’anno   raddoppierà   i   suoi   km   ed   il   giro   della   Milia.   Un   programma   vario   che   non mancherà di certo di appassionare “vecchi” e “nuovi” trail runners, ma anche coloro che più semplicemente amano passeggiare e vivere la natura.
FOTO FOTO CLASSIFICHE CLASSIFICHE